Come realizzare un orto rialzato

10 buoni motivi per realizzare un orto rialzato

Chi l’ha detto che per fare l’orto bisogna per forza avere la disponibilità di un terreno? Oggi sfatiamo questo mito e vi facciamo conoscere il magico mondo dell’orto rialzato, dove coltivare verdure e ortaggi è più facile e meno faticoso, così da rendere il giardinaggio accessibile a tutti, anche a chi non ha un giardino.

Cos’è l’orto rialzato

Un orto rialzato non è altro che un fazzoletto di terra leggermente sopraelevato rispetto al livello del terreno. Nella maggior parte dei casi è realizzato usando dei cassoni di legno che vengono posti direttamente sul giardino, ma anche in terrazza o in altri spazi che possono essere sfruttati per creare una piccola area verde. In altri casi questi cassoni si reggono con l’ausilio di apposite strutture costruite con materiali solidi.

Le origini di questa particolare modalità di fare orto vanno ricercate nei monasteri di Francia e Italia, dove, in epoca medievale, si sfruttavano gli innumerevoli vantaggi dell’orto in cassone. Oggi l’orto rialzato è tornato di gran moda e se da un lato presenta innegabili benefici sul piano pratico, dall’altro permette di dare vita a soluzioni originali esteticamente molto belle, anche utilizzando materiali di recupero.

10 buoni motivi per realizzare un orto rialzato

  1. Conservazione del calore– Per scoprire i numerosi vantaggi dell’orto rialzato, partiamo proprio dalle sue origini monastiche. I cassoni di legno utilizzati, erano scelti proprio perché conservavano il calore in maniera eccellente. Con un orto rialzato, le temperature rigide dell’inverno non sono più un limite: frutta e verdura possono essere coltivati anche durante la stagione fredda. Quando si ha la necessità di coprire l’orto, le sue ridotte dimensioni renderanno questa operazione molto semplice: basta usare del tessuto non tessuto.
  2. Posizione sopraelevata– La posizione strategica dell’orto consente di lavorare con meno fatica. Non è più necessario abbassarsi per curare le piante, così anche anziani e bambini posso provare il piacere di dedicarsi al giardinaggio.
  3. Controllo sulle erbe infestanti e sui patogeni– Con l’orto rialzato è più facile controllare che la terra non sia contaminata dai semi delle piante infestanti. Visto che la terra contenuta nel cassone non è a diretto contatto col terreno del giardino, è possibile individuare, isolare e trattare i patogeni più agevolmente, dovendo intervenire su una porzione di terra limitata.
  4. Semplice rotazione delle colture- In genere per questi orti si sceglie di suddividere la terra in quattro diverse aree, ognuna dedicata ad una specie differente. La rotazione delle colture dopo il loro esaurimento è quindi semplicissima.
  5. Praticità della coltivazione- Ogni porzione dell’orto è facilmente raggiungibile, così da avere sotto controllo la sua intera superficie.
  6. Dimensionamento sulle base delle proprie esigenze- Con l’orto rialzato si può scegliere di coltivare solo la quantità di verdure e ortaggi effettivamente consumate dal proprio nucleo familiare, senza nessuno spreco.
  7. Ottimizzazione dello spazio- Anche un balcone, un terrazzo o una piccola porzione di giardino possono diventare lo spazio ideale per un orto a prode rialzata. Gli spazi piccoli, se organizzati in modo funzionale, possono essere una valida soluzione per fare orto, anche se non si ha la disponibilità di un terreno da coltivare.
  8. Pieno controllo sulla composizione del terriccio- La composizione del terriccio non è più un problema perché si può avere il pieno controllo su di essa. Allo stesso modo la sostituzione dello stesso può essere eseguita senza troppe difficoltà.
  9. Nessuno spreco di sementi- Nell’orto rialzato si utilizza solo la quantità di semi effettivamente necessaria e i semi inutilizzati possono essere conservati per le stagioni successive.
  10. Aspetto estetico- Avere un orto bello, oltre che funzionale, è un altro beneficio da non sottovalutare, soprattutto se è collocato ina zona esposta agli sguardi dei passanti, come un balcone o una terrazza.

Idee creative per costruire un orto rialzato

Dare vita ad un orto rialzato è molto più semplice di come potrebbe sembrare. Non esistono limiti alla fantasia e i materiali per costruirlo posso essere diversi ed estremamente creativi. Ecco qualche idea su come costruire un orto rialzato:

  • Il classico cassone, ma con una nota di colore, è un modo originale per far incontrare tradizione e creatività. Usando delle semplici tavole di legno e colore a volontà, l’orto sarà anche esteticamente gradevole.
  • Per una soluzione in stile country, bastano dei mattoni che serviranno a creare un piccolo rialzo. Anche se la terra ha un’altezza di soli 20 centimetri, nelle zone con un clima temperato l’orto assolverà degnamente al suo compito.
  • Un intreccio di salice non durerà di certo per sempre, ma l’effetto estetico merita davvero di provare a costruirne uno, anche per una stagione soltanto.
  • Per gli amanti del riciclo creativo, i bancali di legno saranno perfetti per costruire un orto rialzato, non solo in giardino, ma anche in terrazza. Il materiale è solito e resisterà alle intemperie. Non sarà affatto difficile montare e smontare i pallet per adattare l’orto alle più svariate necessità.

Benefici pratici, versatilità e possibilità di adottare soluzioni creative ed ecologiche, sono i principali punti di forza dell’orto rialzato. Per realizzarne uno occorreranno principalmente alcuni ingredienti che non troverai nei negozi di giardinaggio: fantasia e buona volontà sono tutto ciò che vi serve.